LXT Esports, il primo team tutto al femminile su Valorant

LXT Esports, il primo team tutto al femminile su Valorant
martedì 14 febbraio 2023, 09:34News
di Redazione Esportsweb

Ask Advisory, società benefit, annuncia il lancio del nuovo progetto in rosa del proprio team esportivo LXT ESPORTS nella competizione del gioco Valorant. Il team LXT, nato qualche mese fa dalla collaborazione con Lexant SBtA con finalità di “beneficio condiviso, era già attivo sul titolo FIFA 23.
Per la prima volta debutta in Italia una squadra composta da sole donne per un titolo, quello di Valorant, che negli ultimi anni ha attirato quasi 3 milioni di giocatori diventando uno degli FPS tattici sportivi più noti al mondo.

Il progetto e le cinque ragazze scelte
Le cinque ragazze scelte che andranno a formare il roster ufficiale sono Seffyra – Effy, aka Daniela Vrabie di 23 anni, uno dei volti femminili di Valorant Italia, con importanti esperienze passate a livello competitivo europeo; Aranel, aka Sara Lippolis di 24 anni che dopo mesi di dedizione riesce a raggiungere il suo primo vero palcoscenico importante; Valyyrian, aka Angelica Greco di 19, anche lei volto noto della community di Valorant come una delle pioniere del titolo di casa Riot; Regi, aka Regine Cabael di 22, che torna a competere dopo un passato nel competitivo italiano e nel Game Changers; Giu, aka Giulia Venuti di 20 anni tra le prime a cimentarsi in Valorant e con diverse esperienze nel panorama competitivo Game Changers. Un team altamente motivato che competerà all’interno del VCT Game Changers, creando visibilità e nuove opportunità per le donne, e non solo, nel contesto e-sport di VALORANT. L'obiettivo è quello di creare un VALORANT Champions Tour più rappresentativo per tutta la community, con un modello innovativo, in cui performance di gioco, etica ed inclusività vanno di pari passo.

Il VTC Game Changers
Il 2023 ha portato Il primo passo per approcciarsi al circuito competitivo è dato dai tornei VCT Game Changers EMEA. Le radici del circuito hanno le fondamenta nei tornei VCT Game Changers EMEA: Academy ed Emergens, per cui verranno organizzati tornei ed iniziative all'interno di HUB competiti e nei canali Discord ufficiali. Dopo di che si passerà alla parte centrale della competizione: che è suddivisa in VCT Game Changers EMEA: Contenders e VCT Game Changers EMEA. una lega a 16 squadre.
Una novità del circuito è una serie di eventi regionali che qualificheranno i migliori team della propria lega per un posto nella serie Game Changers EMEA: Contenders: ogni evento regionale inizierà con un torneo di qualificazione "open" per garantire a tutti la possibilità di cimentarsi e entrare nel vivo dell’azione. In Contenders, le squadre potranno sfidarsi per un posto nel campionato principale e i vincitori si qualificheranno direttamente al Game Changers EMEA.

L’impegno di Lexant
Abbiamo scelto di sostenere questo innovativo progetto come Società Benefit perché riteniamo sia un mezzo potente per abbattere gli stereotipi, dare pari dignità a team di qualsiasi genere, consentendo a tutti di promuovere la propria carriera in uno spazio sicuro, sostenuto da una piattaforma per la crescita professionale sia all'interno che all'esterno del gioco” commentano Andrea Arnaldi, founder di Lexant e Andrea Mileto, Responsabile del progetto LXT. “Parte integrante del progetto è la costituzione di un centro studi per monitorare i comportamenti dei gamers al fine di far emergere e valorizzare le competenze e le abilità proprie del settore del gaming. Tutt’altro che da sottovalutare, come molti credono”.

Grazie alla collaborazione tra Ask e Lexant, LXT Esport metterà a disposizione degli atleti del team un coach, uno psicologo e soprattutto dei percorsi formativi di Academy ASK per sostenerli nella loro crescita personale e professionale.


I Gamers di LXT ESPORTS collaboreranno con ASK nella realizzazione di iniziative e contenuti multimediali di informazione e sensibilizzazione sui rischi connessi, come quelli del cyber bullismo, del matchfixing, della ludopatia, della privacy e della non corretta alimentazione.