Enada, torna la mostra degli Apparecchi da Intrattenimeto e da Gioco

Enada, torna la mostra degli Apparecchi da Intrattenimeto e da Gioco
Ieri alle 20:00News
di Matteo Mattei
Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimeto e da Gioco

Enada torna in presenza dal 21 al 23 settembre 2021 alla Fiera di Rimini. Tutto pronto per la 33esima Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimeto e da Gioco, organizzata da Italian Exhibition Group, in collaborazione con Sapar. Raccogliendo la forte esigenza del mercato di ritrovarsi e confrontarsi dal vivo, la manifestazione punta a dare un impulso importante alla ripresa di uno dei mercati più colpiti dalla crisi. Triplicati gli spazi
rispetto al 2020, andando a occupare i padiglioni C1, C2 e C3. Il padiglione C1 sarà prevalentemente dedicato alle aziende del gaming, mentre il C2 all’amusement e il C3 vedrà la presenza della sala convegni del ristorante e dell’area networking dell’Esports Business Day. La fiera leader del settore, per l’Europa del sud e il Mediterraneo, che non si è mai fermata neppure durante la pandemia, si pone come punto di rilancio del business e si conferma come piattaforma di networking e crescita professionale insostituibile.

Martedì 21 settembre alle ore 15 è previsto l’appuntamento con il convegno su “La sfida dell’integrazione: multicanalità a misura di gestore”, organizzato dalla testata GiocoNews. Intervengono: Marco Castaldo, CEO di Microgame; Stefano Sestili, direttore Internal Auditing e Risk Management Global Starnet Limited; Diego Mendez, CEO StreetWeb e CTO Nazionale elettronica; Paolo Gioacchini, presidente Giocondabet; a moderare sarà Christian Tirabassi, Senior Partner di Ficom Leisure. Il tema della multicanalità è stato più volte proposto ed esplorato negli ultimi anni. Ma mai come ora è
stato così attuale e importante. La pandemia e il conseguente lockdown hanno accelerato molto il processo di integrazione tra fisico e online, che ora è diventato una necessità. Ma quali sono le sfide e le insidie per gli addetti ai lavori? Ne parlano gli esperti, proponendo alcune case history di interesse.